Scrivi qui la tua mail
e premi Invio per ricevere gratuitamente ogni mattina la nostra rassegna stampa

Sigep, partenza col botto: in migliaia all’inaugurazione

Sabato, 19 Gennaio 2019

(Rimini) Partenza col botto per la quarantesima edizione del Sigep, inaugurata ieri. La fiera si è riempita di buyers e visitatori sin dalle prime ore di apertura, al mattino. Il salone dedicato al mondo del foodservice dolce resterà aperto al pubblico fino a mercoledì prossimo. Sono 1.250 le imprese presenti nei 129.000 metri quadri di fiera, interamente allestiti.
Al taglio del nastro, per l’occasione in realtà si è trattato di un talk show condotto dal vicedirettore del Sole 24 Ore Alessandro Plateroti, ha partecipato anche il ministro Gian Marco Centinaio.

Dopo i saluti introduttivi del presidente di Italian Exhibition Group, Lorenzo Cagnoni, ha preso la parola Andrea Corsini, assessore al Commercio e al Turismo della Regione Emilia-Romagna: “Qui a Sigep si concentrano innovazione e internazionalizzazione – ha detto - talenti che sanno far bene le cose e che rappresentano una filiera con importanti valori economici. Sigep è una punta di diamante per un player fieristico di calibro internazionale come IEG e contribuisce al successo turistico di una Regione che ha chiuso il 2018 con 60 milioni di presenze”.
Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, ha ricordato: “Sigep rappresenta un evento che, collegato al grande Capodanno appena vissuto, consente all’industria turistica di continuare ad alimentare l’economia. Connettere occasioni ed eventi e, poi fra loro, anche pezzi del Paese significa fare un servizio alla crescita dell’Italia. Con orgoglio rappresento una città che ha questa strategia. Il mondo del food è al centro dei valori da promuovere. Servono ovviamente infrastrutture e fra loro ben collegate, ma bisogna anche avere cose da dire ed eccellenze da offrire. Sigep è una di queste”.
Gian Marco Centinaio, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, ha commentato: “Sigep valorizza un made in Italy che tutto il mondo cerca di copiare. L’agroalimentare esalta imprese che nell’agricoltura e nella trasformazione sanno esprimere autentiche eccellenze e i numeri positivi confermano questa leadership. Il nostro compito è aiutare le imprese a svolgere serenamente il loro lavoro, affiancarle nella competizione e supportarle nella promozione. Il Ministero sta stringendo, e auspico a breve possa farlo anche col mondo del gelato, accordi precisi per promuovere l’agrofood italiano nel mondo”.

Tante le novità esposte fra i padiglioni: per il gelato conquistano occhi e palato i nuovi gusti che strizzano l’occhio ai sapori d’Oriente o quelli che spaziano dall’aloe al sambuco per finire alla quinoa, passando da quelli a base di frutta, vegetali e fiori. E poi, tante proposte sempre più digitali per agevolare il lavoro dei professionisti dell’arte bianca, unite però sempre all’esaltazione delle eccellenze artigianali e delle tradizioni di qualità. Raggiungere i padiglioni fieristici in auto in questi giorni sarà difficoltoso. Meglio preferire altri mezzi. La fiera, per esempio, è raggiungibile direttamente in treno, grazie alla stazione di linea (Milano – Bari) a soli 50 metri dall’ingresso sud della manifestazione. Sono 20 le fermate previste da treni Frecciabianca e 112 da treni Regionali, per un totale di 132 fermate nei cinque giorni di fiera. Confermato il Treno Sigep che collega la stazione RiminiFiera con quelle di Santarcangelo e Cattolica. Potenziate le linee di bus n.5 da Torre Pedrera e n. 10 da Miramare. 340 nelle cinque giornate i passaggi dal quartiere fieristico per le due linee. Bus navetta sono previsti anche dagli aeroporti di Bologna e gratuiti da Ancona e Orio al Serio. Complessivamente sono previste 131 corse.



Le vostre foto

San Marino by @goffry_b, foto vincitrice del 29 dicembre

#vivoRimini

Le nostre città con gli occhi di chi le vive. Voi scattate e taggate, noi pubblichiamo. Tutto alla maniera di Instagram