/*Facebook Pixel Code*/ /*End Facebook Pixel Code*/

Diocesi, sabato al termine la settimana per l’unità dei cristiani

Venerdì, 24 Gennaio 2020

(Rimini) Uniti, per formare un solo bastone nella mano di Dio, secondo la visione del profeta Ezechiele. Per arrivare a questo traguardo irrinunciabile, i cristiani hanno una sola arma: la preghiera, che aiuta a superare divisioni, barriere e incomprensioni. Anche Rimini ha alzato la sua preghiera insieme ai fratelli ortodossi, ortodossi rumeni e valdesi in diversi luoghi di studio e d’incontro e chiese.
La Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani si svolge dal 18 al 25 gennaio. Il tema 2020 è “Ci trattarono con gentilezza” (Atti 28,2). La settimana organizzata dalla Commissione diocesana per ecumenismo e il dialogo interreligioso (nata nel 2003) e concordata con la comunità locale ortodossa e la chiesa valdese, ha proposto diverse iniziative che possono aiutare a superare divisioni, barriere e incomprensioni.

La “Preghiera per l’unità dei cristiani” termina sabato 25 gennaio con due momenti. La Celebrazione Ecumenica è prevista alle ore 21 presso la Chiesa di San Giuseppe al Porto (via Carmagnola, 1 – Rimini). Partecipano: mons. Francesco Lambiasi, Vescovo di Rimini; padre Serafino Corallo, Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli; padre Marcian Bucurenciu, Patriarcato di Romania; Giuseppina Bagnato, Pastora della Chiesa Valdese di Rimini.
All’interno della Celebrazione Ecumenica, si vivrà un momento di letture e di azione scenica. Narrazione e conduzione a cura di: Collettivo Movimento centrale Danza & Teatro e Alessia Canducci. Riflessioni e percorsi artistici che si snodano lungo i capitoli 27 e 28 del libro degli Atti degli Apostoli. Il testo racconta della cura e della provvidenza di Dio che salva la composita comunità di naviganti in balia delle onde del mar Mediterraneo. “La testimonianza di fedeli antichi ci incoraggia anche oggi ad avere fiducia e a lasciarci nutrire dalla Grazia di Dio”. Una musica sale, Amazing Grace: parla di un incontro che salva e libera. Accoglienza che inizia dallo spezzare il pane durante la tempesta, insieme. Accoglienza che prosegue fasciando i cuori dei naufraghi sulla spiaggia di Malta. La cura dell’apostolo Paolo nei confronti di chi lo ha salvato.

Novità 2020, durante l’intera Settimana per l’Unità dei Cristiani è celebrata la messa per l’unità dei cristiani al Monastero delle Clarisse “San Bernardino” da don Gabriele Gozzi, al mattino alle 8 e al pomeriggio alle 18. Oltre alle iniziative organizzative dalla Commissione diocesana per ecumenismo e il dialogo interreligioso, sono da citare tanti gesti di singoli e di parrocchie. Ed è nato il Coro Internazionale “San Nicola”, composto da persone di fede cattolica e ortodossa, che accompagna le liturgie, incide dischi e si esibisce anche in vari concerti, anche all’estero.