Scrivi qui la tua mail
e premi Invio per ricevere gratuitamente ogni mattina la nostra rassegna stampa

Congresso Pd, anche Petitti firma per Giannini

Lunedì, 02 Ottobre 2017

Anche Emma Petitti, leader locale dell’area Dems di Andrea Orlando, ha sottoscritto la candidatura di Stefano Giannini a segretario del Partiuto Democratico della provincia di Rimini.

“Una firma – scrive l’assessore regionale - che riconosce lo sforzo unitario e il reciproco riconoscimento, come dimostrato dal candidato Giannini, nel costruire una cornice programmatica condivisibile, uscendo dai personalismi e dalle visioni autoreferenziali del nostro territorio”.

La Petitti riconosce che amche sul tema delle alleanze si va nella direzione giusta “nel coinvolgere le forze rappresentative del mondo delle imprese e del lavoro senza trascurare l’attivismo ed il civismo presente nella società in tutte le sue articolazioni. Il campo largo del centrosinistra aperto, dalla sinistra al centro moderato, al civismo”.

Altro punto di consenso per la candidatura del sidnaco di Misano adruatico è come “come viene declinato l’obiettivo dell’area vasta e della provincia unica Romagnola”.

Oggi 2 ottobre scadeva il termine per la presentazione delle candidature e l’unica registrata è appunto quella di Stefano Giannini. Nei giorni scorsi aveva fatto sapere di non essere interessato Filippo Sacchetti, la cui ventilata discesa in campo aveva provocato la “minaccia” di ricandidatura del segretario uscente Juri Magrini. L’operazione è csì stata bloccata e Gianni resta l’unico candidato.

In una lettera agli iscritti Gianni ha sottolineato: “Una linea politica chiara: un partito aperto, coraggioso e non autoreferenziale. La storia locale (a partire dalle recenti elezioni che hanno interessato il comune capoluogo ma si potrebbero usare anche altri esempi meno recenti) ci dimostra che quando si ha chiarezza di idee, capacità di non rinchiudersi nel proprio orticello, coraggio e capacità di interpretare la propria comunità, la risposta elettorale è positiva . E che, al contrario, dove ci si rifugia nelle certezze del passato la sconfitta è dietro l’angolo. Per intercettare il consenso dei nostri concittadini serve un Partito Democratico perno di un progetto radicalmente riformatore capace sia di allargarsi a sinistra e al civismo sociale ma anche ai moderati e, con coraggio, curiosità e lungimiranza, a un civismo dell’intraprendere, dell’impresa e delle professioni”.



Le vostre foto

Rimini by @lesina, foto vincitrice del 7 settembre

#bgRimini

Le nostre città con gli occhi di chi le vive. Voi scattate e taggate, noi pubblichiamo. Tutto alla maniera di Instagram