/*Facebook Pixel Code*/ /*End Facebook Pixel Code*/

IL GIORNALAIO 21.02.2012

Lunedì, 20 Febbraio 2012

16

LA VENDITA DEL CREDITO INDUSTRIALE SAMMARINESE, IL BUSINESS DEL BENESSERE, SPIAGGE E DEBITO, E' TEMPO DI MASCHERE ANTICRISI


Prima pagina del Carlino dedicata al Carnevale. “Maschere anticrisi. Riscoperta del carnevale per esorcizzare i timori sul futuro”.
In spalla si parla di sindaci: di quello di Cattolica Cecchini assolto e di quello di Coriano, il Pd sta facendo pressing sul chirurgo Montesi.Taglio basso per la vendita da parte della Carim del Cis per 40 milioni di euro.


La Voce invece apre con la ricerca sul benessere realizzata in collaborazione con l’università, "Benessere in Romagna, Vittoria di Faenza. Riccione sul podio, bene la Valconca, Rimini resta nelle prime dieci”. Taglio centrale per l'intervista al direttore di Icrea (BBC) che dice “Basta mattone, serve più turismo”. Di spalla la vendita del Cis “un sospiro di sollievo”.
Il Corriere Romagna apre invece con le vicende della banca Carim. Di taglio centrale la notizia della promessa della regione di multe a Trenitalia per i disastri durante i giorni della neve.
Apertura originale del Nuovo Quotidiano di Rimini con i dati dell’Abi sul debito. “Ora è boom del debito”.


A pagina 2 del Carlino si parla del candidato sindaco al Comune di Coriano da parte del Pd. In pagina anche un’intervista in cui l’ex sindaco Ravaioli dichiara che a fine anno andrà in pensione: “E' arrivato il momento. La politica è un'altra cosa, la faccio da vent'anni", confida a Carlo Andrea Bernabè, che allora gli domanda: "Intende dire che non esiste un termine ultimo?". "Lascio la porta aperta", risponde Ravaioli. "Destinazione Roma?", incalza Bernabè. "Vedremo, vedremo", saluta Ravaioli.
Sul tema del turismo a pagina 15 la Voce riporta l’intervista di ieri alla Stampa del ministro Gnudi in tema di concessioni demaniali. “La soluzione - ha dichiarato il ministro - va trovata entro 6-8 mesi e deve essere in linea con le direttive europee (...). Giovedì esecutivo e associazioni di categoria si incontreranno a Roma per fare il punto”. Completa l’articolo di Giovanni Bucchi: “I bagnini devono mandare giù la liberalizzazione delle spiagge”.
A pagina 4 la vendita del Cis, il credito industriale sammarinese da parte di Carim. “Venduto, o meglio svenduto”, come attacca l’articolo di Manuel Spadazzi. “Allora la banca riminese dovette sborsare, spinta anche da Bankitalia, una cifra pari a 116 milioni”. Patrizia Cupo a pagina 3 sul Corriere Romagna scrive che “l’acquirente , la Partner, è una solida banca d’affari privata del Titano”.


Scrive invece riguardo ai dati del debito Federico Rossi sul Nuovo Quotidiano: “Rimini è ora al 16° posto in Italia con 23.557 euro pro capite: + 35 % in 3 anni”. Dichiara Guglielmo Mazzarino (Abi): “L’accesso al credito non è affatto diminuito in questo periodo, al contrario di quello magari che comunemente si pensa. Dobbiamo però sottolineare che nell’ultimo trimestre le cose sono radicalmente cambiate: l’accesso al credito è diminuito infatti in maniera netta. Famiglie e imprese dicono che la colpa è delle banche che richiedono garanzie più stringenti per concedere prestiti, mentre le banche dal canto loro sostengono che c’è stata semplicemente una minor richiesta. E’ però un dato di fatto che le famiglie con un reddito basso facciano oggi molta fatica ad accedere al credito. E sono tante quelle che in provincia si trovano in queste condizioni se è vero che, stando alle statistiche, il reddito medio di una famiglia riminese è di appena 18.000-20.000 euro all’anno. Cifre che ci collocano addirittura al 95esimo posto in Italia”.


A pagina 5 del Corriere Romagna gli albergatori e il loro collegamento con la questura per le presenze: “800 strutture su 1200 complessive ancora non hanno provveduto al collegamento. Molte delle quali gestite da persone che «non conoscono software e programmi di computer: sarebbe impossibile imporre loro un cambio così drastico». Ecco perché la stessa Rinaldis ha chiarito senza nascondere le difficoltà”, scrive Simone Mascia.
A pagina 10 del Corriere tornano le carceri con la direttrice dei Casetti, Maria Benassi, che risponde alla accuse del segretario dei Radicali Rita Bernardini.
Ai Casetti dove finirà mister Karnark, proprio ieri è arrivato l’ok per l’estradizione.


In tema di nidi, da registrare a pagina 16 la reazione della Cgil contro Gnassi e la decisione di prolungare solo per un anno la convenzione con l’Asp Valloni per la gestione degli asili di Viserba e della Rondine.
Approfondisce la Voce il caso del teologo critico con il Santo Padre chiamato a intervenire all’Istituto di Scienze Religiose Marvelli. Paolo Faccioto intervista il teologo Grillo : “La cosiddetta liberalizzazione della messa vecchia - quella antica è quella di Paolo VI - crea solo confusione e non serve al maturare della tradizione”.
Sulla Voce a pagina 14 la notizia che il Paganello rischia l’estinzione per il 2013 a causa della mancanza di fondi