Inquinamento elettromagnetico, attivata centralina

Martedì, 27 Settembre 2016

(Santarcangelo) È stata attivata in via Morandi la prima centralina per il controllo delle emissioni elettromagnetiche ad alta frequenza. Grazie al protocollo d’intesa siglato con Arpae (Agenzia Regionale per la Prevenzione, l’Ambiente e l’Energia) il 29 agosto scorso, è partita in questi giorni la campagna di monitoraggio dei livelli di campo elettromagnetico ad alta frequenza sul territorio di Santarcangelo da parte dell’Amministrazione comunale. Il protocollo d’intesa, di durata triennale, prevedeva infatti l’acquisto di una centralina da installare presso gli edifici che maggiormente possono risentire delle emissioni prodotte dagli impianti per la telefonia mobile, e in modo particolare nelle aree destinate ad attrezzature sanitarie, assistenziali e scolastiche, su iniziativa pubblica ma anche su richiesta motivata dei cittadini. Il sito di via Morandi, così come tutti quelli in cui in futuro verrà installata la centralina gestita da Arpae, sarà monitorato continuativamente per almeno un mese.
“Abbiamo tenuto fede ad un impegno preso nei mesi scorsi – dichiara il sindaco Alice Parma – finalizzato a tenere sotto controllo i livelli di campo elettromagnetico ad alta frequenza, e quindi la qualità ambientale del nostro territorio. Siamo partiti in questi giorni con il monitoraggio del primo sito individuato in via Morandi, grazie alla centralina mobile acquistata dall’Amministrazione comunale: nei prossimi mesi, grazie alla collaborazione con Arpae che si fa ancora più stretta, concentreremo l’attenzione in via Pedrignone e allo stadio ‘Valentino Mazzola’, fermo restando che chiunque potrà chiedere di partecipare in qualsiasi momento alla campagna di monitoraggio lanciata dal Comune, presentando una richiesta motivata sul modulo appositamente predisposto e già disponibile sul sito web dell’Amministrazione comunale”.
Aderendo alla campagna di monitoraggio, i cittadini interessati concedono la disponibilità a far installare presso la propria abitazione (in genere su un balcone o in giardino) la centralina per il monitoraggio dei campi elettromagnetici, per un periodo di 30 giorni consecutivi senza alcun costo a loro carico. Ogni giorno, a un orario prestabilito, il modem della centralina si attiverà autonomamente, restando acceso almeno un’ora per ridurre il consumo di energia. All’interno di questo intervallo di tempo, dal modem del centro di controllo Arpae partirà automaticamente la chiamata verso la centralina per il download dei dati sul pc. I dati scaricati – che comprendono tra le altre cose il valore medio e massimo del campo elettrico rilevato, lo stato della batteria, la temperatura esterna ed eventuali allarmi – verranno inviati una volta alla settimana alla “Rete regionale Cem”, che li pubblica automaticamente sul sito di Arpae e su quello del Comune di Santarcangelo, dove è stata predisposta una scheda informativa nella sezione della Guida ai Servizi contenente tutti i riferimenti utili per partecipare alla campagna di monitoraggio. Chiunque, di conseguenza, attraverso il sito di Arpae o quello del Comune, potrà consultare i dati relativi al monitoraggio dei diversi luoghi di volta in volta interessati.