Ecomondo: in fiera i piccoli dettagli della città sostenibile

Giovedì, 08 Novembre 2018

(Rimini) La Città Sostenibile di Ecomondo e Key Energy, fino a domani alla Fiera di Rimini sotto le insegne di Italian Exhibition Group, consente un viaggio nel mondo delle innovazioni tecnologiche legate allo sviluppo delle smart cities. Attraversamenti salva pedone, illuminazione smart, stazioni di ricarica per bici e auto elettriche, sensori che permettono non solo di calibrare l'intensità della luce, e quindi di garantire risparmio energetico, ma anche di veicolare informazioni sul traffico, su incidenti e cadute, piuttosto che sulla situazione dei parcheggi nelle città. Oppure permettono di monitorare le fasce deboli della popolazione, come succede già oggi con il progetto messo a punto dalla società Algorab a Bolzano, in collaborazione con il locale centro per la cura dei malati di Alzheimer. Tutto grazie all'Internet of Thing e ai sistemi data analytics. Algorab è azienda che collabora anche con Citelum, azienda del gruppo francese EDF che già fornisce servizi in diverse città italiane, presente nella Città Sostenibile con il proprio sistema di illuminazione pubblica intelligente.

Tra le innovazioni della Città Sostenibile, anche il sistema di attraversamento Salva Pedone, in grado di avvisare gli automobilisti dell'attraversamento di pedoni o ciclisti, grazie all'accensione automatica, che si attiva attraverso sensori, di un sistema di illuminazione posto sul pavimento stradale: la strada che da passiva si fa attiva.
Sicurezza ed efficienza energetica sono anche il risultato ottenuto dall'azienda Colabeton, che realizza calcestruzzo fotoluminescente, ma anche uno speciale calcestruzzo drenante strutturato in modo tale da garantire una porosità del manto stradale che ne assicura l'invarianza idraulica. Ideale per piste ciclabili, centri storici, parcheggi, nella versione luminescente è stato utilizzato per un progetto pilota a Fumo di Argelato, nell'hinterland bolognese.

'Fare il pieno' ai mezzi elettrici del trasporto pubblico in pochi secondi, utilizzando il tempo della fermata dei viaggiatori. Alla Città Sostenibile un innovativo sistema di ricarica superveloce, si chiama 'Flash Charge' e viene presentata da ENEA. 'Flash Charge' si basa sull'utilizzo congiunto a bordo dei bus e alle fermate, di supercapacitori, dispositivi dalle eccezionali caratteristiche elettriche, in grado di fornire elevate potenze in brevi periodi. Per ricaricare un autobus in 10, massimo 20 secondi basta la sola presenza di una adeguata infrastruttura di ricarica lungo la linea di servizio. Ciò consente di proiettare il trasporto pubblico elettrificato verso un'autonomia illimitata. Un altro vantaggio di questa tecnologia è il minore impatto sulla rete di distribuzione elettrica.
A curare il progetto di allestimento della Città Sostenibile il designer Angelo Grassi dell'omonimo Studio. In particolare sono stati allestiti due percorsi, strade che attraversano la Città Sostenibile, per mostrare soluzioni che evitino l'allagamento della carreggiata. In una, l'acqua attraversa il fondo stradale l'acqua verso le falde acquifere, grazie ad un cemento filtrante. La scelta produce anche dei vantaggi collaterali in quanto viene ad esempio eliminata la vasca di decantazione durante i lavori. Nella seconda, l'acqua caduta sull'asfalto viene raccolta e quindi avviata alla fitodepurazione di un lapillo vulcanico che permette il filtraggio dell'acqua e con il contributo delle piante si ottiene un risultato ambientale di grande utilità.