Prostituzione e furti,8 denunce

Giovedì, 16 Agosto 2018

(Rimini) Hanno nascosto, in casa, denaro contante e beni per oltre 35.000 euro, frutto - con ogni probabilità - di furti ai danni di loro clienti. Per questo, otto cittadini peruviani di età compresa tra i 20 ed i 44 anni da tempo residenti in Italia, sono stati denunciati, dai Carabinieri di Rimini, con l'accusa di ricettazione. La scoperta del 'tesoretto', celato in un appartamento di Bellariva, è stata fatta dai militari nel corso di controlli contro il fenomeno della prostituzione che hanno portato - la scorsa notte - all'identificazione di 23 persone, uomini e donne originari principalmente dell'Est Europa e del Sud America dediti alla prostituzione in strada. Nell'abitazione dei peruviani, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto merce per un valore di oltre 35.000 euro ritenuta provento di furti probabilmente ai danni degli stessi clienti. Oltre a circa 9.000 euro in contanti, i Carabinieri hanno scovato 4 orologi di pregio, 6 smartphone, 31 monili in oro ed argento, principalmente anelli e catenine (Ansa).