Arrestato il quartetto dello spaccio, riminese la basista

Venerdì, 12 Gennaio 2018

(Rimini) La squadra mobile della Questura di Rimini ha arrestato tre uomini e una donna, trovati in possesso di un considerevole quantitativo di droga, per il valore commerciale di migliaia di euro. Si tratta di un tunisino del 1983, un turco del 1974, un albanese del 1989 e una riminese del 1962.
Impegnati in uno specifico servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei reati predatori, i poliziotti hanno notato alcuni movimenti sospetti da parte dell’albanese vicino a un residence già noto alle forze dell’ordine. I poliziotti hanno quindi deciso di tenere sott’occhio la struttura, notando strani movimenti. Gli appostamenti hanno consentito di acquisire riscontri ai sospetti dei poliziotti, da cui è partito il pedinamento in particolar modo nei confronti dell’albanese, domiciliato all’interno di quella struttura ricettiva, perché, dalle abitudini e dalla condotta gli agenti avevano compreso che quell’uomo deteneva lo stupefacente presso l’abitazione di una complice.
La donna si è palesata ieri mattina al residence, dove è rimasta circa un’ora. Poi è andata via a bordo del suo ciclomotore ed è stata seguita dai poliziotti, fino alla sua abitazione, presso un altro residence.

L’uomo, invece, uscito dal suo residence, si è diretto nei pressi di un bagno del riminese ed è sceso in spiaggia, dove ha incontrato un cittadino turco (poi arrestato). L’albanese è stato visto chiaramente dagli agenti consegnare qualcosa al turco. A quel punto sono intervenuti. Il turco è stato infatti fermato e trovato in possesso di oltre 10 grammi di cocaina divisa in dosi.
L’albanese, invece, è stato seguito fino in via Regina Elena dove ha incontrato un tunisino, al quale ha ceduto altre dosi. I poliziotti hanno cercato di fermare il tunisino che ha fattp cadere a terra 21 dosi di eroina.
Passando al controllo dell’albanese, gli agenti gli hanno trovato, all’interno del pacchetto di sigarette, altre due dosi di cocaina, confezionate allo stesso modo di quelle trovate addosso al turco e nel’abitazione della donna riminese.
I quattro sono stati quindi arrestati per detenzione di droga ai fini di spaccio, la donna è stata trasferita al carcere femminile di Forlì.