Fondazione: con i giovani, nonostante le difficoltà

Venerdì, 20 Ottobre 2017

(Rimini) Con ‘Invito a palazzo’ e ‘Guide per un giorno’ la Fondazione Carim, nonostante le difficoltà note, reclama una “intesificazione" del rapporto con le scuole e quindi i giovani del territorio”.

Di recente, le notizie sulla riduzione della partecipazione in Unirimini, eppure, “il successo di ‘Invito a Palazzo’, iniziativa promossa a livello nazionale dall’Associazione Bancaria Italiana” ha permesso “a tanti curiosi e appassionati di accedere a Palazzi storici cittadini tradizionalmente chiusi al pubblico perché sede di uffici di Banche e Fondazioni”.

A Rimini, l’iniziativa ha avuto “un’ulteriore applicazione, istituendo il progetto ‘Guide per un giorno’, con gli stessi studenti del Liceo ‘Giulio Cesare – Valgimigli’ e ‘Serpieri’ che dopo aver condiviso con la Fondazione le conoscenze da trasferire, grazie alla disponibilità di Alessandro Giovanardi (curatore delle iniziative culturali della Fondazione, ndr) sono diventati ottime guide a loro volta. Ben 220 le adesioni, con tante richieste rimaste inevase per l’esaurimento dei posti disponibili, tanto che l’iniziativa sarà riproposta in Primavera”.

Ora arriva anche anche la possibilità, segnalano dalla Fondazione, per molte scuole del territorio, di accedere alla seconda tranche di finanziamenti nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa giovanile che le fondazioni bancarie italiane, fra le quali la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, hanno istituito insieme all’impresa sociale Con i Bambini con una dotazione di 120 milioni di euro per tre anni.

Dopo le realtà che hanno avuto accesso alla prima tranche di fondi nel quadro del Bando Prima Infanzia (0-6 anni), ora sono state selezionate le 260 idee progettuali (fra le oltre 800 pervenute da tutta Italia) che potranno aspirare ai fondi del Bando Adolescenza (11-17 anni), i cui risultati definitivi saranno pubblicati nei primi mesi del 2018. Una cinquantina di realtà della Provincia, fra cui molte scuole, sono in lizza per aggiudicarsi porzioni del finanziamento, destinato ad azioni di grande efficacia in presenza di disagi purtroppo diffusi.